19 Settembre 2021 – 33° GiroVerde

Questa mattina al GiroVerde di Camisano qualcuno dall’alto ha deciso di chiudere un occhio (se non tutti e due) e di graziarci.428 le persone che hanno deciso di passare la domenica mattina in nostra compagnia!A guardare il meteo sembrava dovesse peggiorare minuto per minuto, e la preoccupazione era davvero tanta!Da quando questa pandemia ci ha fermati, e abbiamo provato noi a ripartire nel Settembre 2020, ci siamo accorti da subito che qualcosa era cambiato, un calo vistoso. Abbiamo dato la colpa un pò a tutto, ma poi ci siamo resi conto, specialmente con le gare partite da Maggio 2021, che un po’ ovunque i numeri erano in calo.Un po’ perchè la gente ha ancora paura (giustamente), un po’ perché con questi anni di restrinzioni le persone hanno cambiato stile di vita (o hanno smesso di correre e trovato altra passione), magari anche perché non c’è più il ristoro finale con “pa e salam”!Aggiungiamoci anche che non ci sono più le premiazioni di gruppo dove certi gruppi per portarsi a casa un cesto facevano iscrizioni “fantasma” si presentavano in 3 o 4 e poi in classifica lì vedevi nelle prime posizioni con numeri gonfiati (sono serio nel dire questo; ma almeno questi sono spariti completamente!)Ma, soprattutto, manca il contatto alla partenza/arrivo, lo scambiarsi due parole con altri podisti e – perché no – una pacca sulla spalla.Ritornando alla corsa di stamattina; da quello che ho potuto percepire e dai commenti al traguardo, il giro nuovo è piaciuto. Qualcosa sicuramente da rivedere in alcuni punti, ma tutto sommato i complimenti ricevuti fanno sempre piacere e danno forza per continuare. Ringrazio tutti voi presenti ma soprattutto i “miei” ragazzi che questa mattina dalle 7.00 erano già belli pronti alle loro postazioni ad aspettarvi!Grazie, grazie, grazie, il GiroVerde esiste perchè tutti voi esistete

Giampi

Un’ esperienza sempre piacevole stare ai ristori. Supportare le persone, sentire le loro storie, scambiare un sorriso e vederli ripartire con più energia. Oggi il clima è stato clementissimo. Sempre sul punto di scoppiare il finimondo ma nemmeno una goccia ha raggiunto il gazebo. Un’ unica lamentela ricevuta da alcuni storici runner del giro verde: “chesto l’ era l’ristor de la musica spritz e opulenta…”…dobbiamo sconfiggere la pandemia anche solo per poter tornare a questo.

Antonella

E’ stato tutto veramente PAZZESCO.
Si, perché è veramente pazzesco pensare di poter organizzare una semplice tapasciata post covid e pretendere pure (nonostante le previsioni avverse) la presenza di podisti.
E invece, al contrario da ogni previsione , ci sono venuti a trovare davvero tutti.
E’ stato bello rivedere tanti visi conosciuti, scambiarci i saluti, due parole e darci appuntamento alla prossima tapasciata.
Emozionante l’incontro con i nostri ex compagni di squadra. Ci è spiaciuto non poter dedicare a loro più attenzione, ma per il rispetto delle norme COVID non potevamo creare assembramenti.
Il percorso è stato davvero apprezzato da tutti. Abbiamo dato la possibilità di correre su diverse distanze e quindi anche di preparare i podisti alle varie manifestazioni competitive previste per ottobre e novembre.
Abbiamo avuto il piacere di accogliere un gruppo di atleti di Chiari e di Trento che pur partendo prestissimo stamattina il navigatore gli ha fatto sbagliare strada e quindi sono arrivati da noi in ritardo ma sempre in tempo per partire lungo i vari percorsi.
Bello sentirsi dire “… siamo venuti da Voi da Trento perché la Vostra corsa è sempre ben organizzata”
Un doveroso grazie al nostro Presidente e a tutti i collaboratori che come ogni anno sanno rendere sempre più organizzata la corsa!!

Luisella

Stamattina al giro verde di Camisano ero di servizio al terzo ristoro con Anna e Sara. Da noi passavano tutti, è stata una grande emozione vederli sorridenti e contenti di correre e di camminare. Hanno fatto i complimenti per il percorso e per l’organizzazione. Ho cercato di fotografarli quasi tutti perché mi chiedevono dove potevano vedere le foto (ed io gasata rispondevo sul sito del camisano running). Il tempo è stato dalla nostra parte…è andato veramente tutto bene. I numeri dei partecipanti sono stati nella media delle altre corse , quindi possiamo essere soddisfatti. Ragazzi ci vediamo alla prossima corsa sempre più numerosi.

Raffaella C.

Si è svolta domenica 19 settembre a Camisano la 33° edizione del “GiroVerde – Memorial Giuseppe Bianchetti”, corsa podistica non competitiva organizzata dal gruppo podistico Camisano Running con la regia del presidente Gian Pietro Salvitti.
È settembre e al mattino inizia a fare freschetto, soprattutto alle 05.30, ma per aiutare la società e il presidente, si beve un caffè veloce e si arriva a Camisano per primi! O almeno lo si crede, perché al nostro arrivo troviamo i tavoli già pronti, i cartelli già attaccati, le transenne posizionate e il Giampi che dirige il traffico anche senza fischietto.
Controlliamo le app del meteo da sabato e ahimè, non ci lasciano molta speranza! Azzardano anche un “piogge abbondantissime” che vien voglia di preparare quattro legni e costruire l’arca di Noè ma forse non comprendo ancora così bene il mondo del podismo e quella sana pazzia di “prendere l’acqua” e alzarsi presto alla mattina per correre e infatti già prima dell’alba arrivano i primissimi podisti, forse ignari o semplicemente ottimisti, che si mettono in marcia.
Insomma, alla fine al tavolo delle iscrizioni sono passate ben 428 persone; i podisti hanno dato fiducia al meteo e al nostro GIROVERDE e sono state ben ripagate. Il meteo ci ha graziato e i percorsi sono piaciuti talmente tanto che diverse sono state le persone che si sono complimentate con lo staff per la varietà dei percorsi, per i paesaggi, per l’organizzazione e per l’accoglienza.
E sono proprio Organizzazione ed Accoglienza i punti forti del Camisano Running; circa 50 persone si sono rese disponibili da settimane per definire permessi, percorsi, sorveglianza sui tracciati e ai mezzi in sosta, presidio ai ristori e al punto iscrizioni, segno che, nonostante la forzata interruzione causa Covid-19, il gruppo è saldo e risponde senza batter ciglio alla chiamata del Presidente.
Colpo di coda del Giampi poi, è stata la possibilità per gli iscritti al GIROVERDE di effettuare l’iscrizione a prossime manifestazioni (Mezza di Lodi, Maratonina di Crema, Mezza di Cremona, Mezza Breno-Boario, Mezza di Trento e Maratona di Venezia) a prezzi agevolati; l’iniziativa è piaciuta a tal punto da aver raccolto circa una ventina di iscrizioni distribuite sui vari appuntamenti.
Domenica mattina è stato bello respirare la passione e la positività delle persone incrociate; i saluti, i sorrisi, i confronti, i sani sfottò, i programmi e i consigli per le prossime corse da correre… questo è il mondo della corsa e non importa se il prossimo obiettivo sarà una camminata di 10 km con il cane al guinzaglio o una maratona, l’importante è aver assaporato tutta questa normalità e questa “voglia di futuro” che, di questi tempi, non è così scontata.

Elisa

4 risposte

  1. Guido ha detto:

    Sono un runner milanese che frequenta il cremasco e ho partecipato alla edizione del GiroVerde 2021. Devo dire che è stato molto ben organizzato e curato, con ben 5 percorsi (nel volantino erano indicati 4 poi diventati 5) , con accurata segnaletica e soprattutto con la segnalazione molto precisa dei chilometri che molto spesso le altre organizzazioni non fanno oppure mettono dei cartelli in modo approssimativo. Naturalmente il percorso è molto bello (ho fatto la 20,8 km). Complimenti a Camisano Running, siete una spanna sopra al circondario.

  2. Giusy ha detto:

    Complimenti e grazie a tutti gli organizzatori per l’impegno. Molto bello il nuovo percorso. Pres “sei sempre il migliore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.